2-1 regolare, il fair play è un’altra cosa…

La società del’ASD Pol. Real Cefalù Uniolympo dopo aver letto con stupore quanto riportato all’interno del comunicato stampa post partita della società ospite ieri al PalaTricoli, la Cioli Ariccia Valmontone, tiene a chiarire che:
Il tesserato della Cioli, il numero 7 Velazquez nel tentativo di saltare l’uomo a centrocampo è stato raddoppiato, ciò ha consentito alla squadra del Real di recuperare palla e andare a rete. Nel momento in cui il tesserato Velazquez nel perdere il pallone accusa una manata in faccia si nota l’arbitro a pochi metri e che vedendo tutto ha lasciato continuare a giocare cosa che hanno fatto anche i componenti della squadra ospite. Dopo il gol la panchina della Cioli ha inveito contro quella del Real pretendendo un gol in nome del fair play (osservato quando nel concedere una punizione al limite dell’area Di Maria, sul risultato di 2-2 ha restituito la punizione agli avversari). Cosa che non è avvenuta in quanto l’arbitro (che si vede benissimo nel fotogramma) non ha interrotto l’azione, il tesserato interessato è rimasto perfettamente in piedi buttandosi a terra SOLO dopo aver visto la palla imbucarsi nella propria rete e non ha ricevuto cure mediche di nessun tipo.

A.S.D. Polisportiva Real Cefalù Uniolympo

Leave a Reply