Real Cefalù sei stato fantastico!

Ripresa del campionato con il Real Cefalù Uniolympo impegnato in una difficilissima trasferta quale quella di Prato, una squadra in cerca disperata di punti utili per evitare di essere invischiato nella lotta play out. I siciliani al completo hanno sfidato una squadra reduce da una settimana difficile dopo le dimissioni dei due coach Carlesi e Bini Conti e del loro staff tecnico.

La Rocca, Guerra, Di Maria, Fabinho e Lopez i titolari per i normanni di mister Rinaldi, i lanieri rispondono con Laino, Vicinho, Benlamret e Berti. Pronti via e gara subito in salita per gli ospiti che perdono per infortunio il portiere venezuelano La Rocca dopo appena 55 secondi. Siragusa prende possesso dei pali e dopo 4 minuti di gioco sono i padroni di casa ad andare in vantaggio con il capocannoniere del girone Berti. I guai in casa normanna non finiscono qui, al minuto 8:26 viene espulso il portiere Siragusa. La panchina cefaludese senza la presenza di un terzo portiere obbliga a schierare Montelli tra i pali che svolgerà anche la funzione di portiere di movimento. Quando stanno per scadere i due minuti in inferiorità causati dall’espulsione, Fabinho ruba palla in contropiede, scambia con un compagno e insacca la rete ristabilendo la parità. Dopo quasi un minuto il Real trova il vantaggio con un colpo di tacco sotto porta di Fortuna. Tutt’altro che rassegnato il Real fa la partita ma si fa raggiungere nel punteggio da un gol di Everton quando mancano quattro minuti all’intervallo. E’ un primo tempo non adatto ai deboli di cuore, pieno di colpi di scena fino all’ultimo secondo quando Berti direttamente da calcio d’angolo spedisce in rete per il secondo vantaggio dei suoi, una rete che chiude la prima frazione di gara sul 3-2 per i padroni di casa.

Una squadra qualunque dopo le vicende negative del primo tempo, soprattutto dopo aver subito un gol allo scadere dovrebbe scoraggiarsi. Ma non il Real Cefalù, non i ragazzi forgiati dal carattere e dalla bravura tattica di mister Nino Rinaldi che ha saputo dare forma fisica ma soprattutto mentale ai suoi giocatori. Ed è lo stesso Real a partire forte nella ripresa e si porta subito sul 3 pari con Fabinho, autentica spina nel fianco della compagine toscana. Fortuna sostituisce Montelli tra i pali degli ospiti e tre minuti dopo è lo stesso Fabinho a sfiorare il vantaggio per i suoi colpendo la traversa interna con la palla che sfila fuori dallo specchio della porta. E’ un incontro maledetto per gli estremi difensori sia da una parte che dall’altra. Si fa male Laino che viene sostituito da Buti per i padroni di casa. Real Cefalù anima e cuore nel finale di partita prima con Di Maria su punizione, la palla a Fabinho che si vede salvare il gol sulla linea da Vinicinho. Il Real fa le prove per il gol ancora con Guerra che sfodera una botta che trova ancora Vinicinho nel ruolo di portiere aggiunto, deviare in angolo. Di Maria, autore della tripletta vincente dell’andata si prende il ruolo di man of the match anche al ritorno col gol che a due e mezzo dalla fine regala la partita e tre punti fondamentali in classifica ai suoi. A fine gara è festa dei ragazzi che vanno a stringere e abbracciare l’infortunato La Rocca. Un gruppo così unito non si trova dovunque, un gruppo che ci ha fatto esaurire tutti gli aggettivi per elogiarlo ma vogliamo descriverlo semplicemente così: UNICO!

PRATO – REAL CEFALU’ UNIOLYMPO 3-4

Prato: Laino, Vinicinho, Benlamret, Pitondo, Berti, Buti, Rocchini, Birghillotti, Peltri, Everton, Solazzo, Scarinci.

Real Cefalù Uniolympo: La Rocca, Guerra, Di Maria, Fabinho, Lopez, Siragusa, Domino, Fortuna, Montelli, Spagnolo, Molaro.

Reti: Berti (P) 05:58 e 19:59 pt., Di Maria (C) 10:32 pt. e 17:33 st., Fortuna (C) 11:28 pt., Everton 15:56 pt., e Fabinho 03:05 st.

Ammonizioni: Fabinho, Guerra e Di Maria (C), Berti e Scarinci (P)

Espulsioni: Siragusa (C).

Giacomo Lombardo
Addetto stampa
ASD Pol. Real Cefalù

Leave a Reply